Reconstructions

1. L’esperienza di Appello per L’Aquila. Un percorso politico condiviso dopo il terremoto

Appello per L’Aquila è nato ufficialmente con la pubblicazione – il 12 ottobre 2011 – di un manifesto rivolto alle cittadine e ai cittadini dell’Aquila affinchè, attraverso l’impegno in un percorso politico condiviso in vista delle elezioni amministrative del maggio 2012, scegliessero di dare rappresentanza istituzionale a un movimento civico che, fin dall’immediato post-sisma nel 2009, aveva saputo elaborare proposte originali e stimolanti per la rinascita del tessuto urbano, produttivo e sociale del territorio….

(incipit del saggio*descrizione di Ettore Di Cesare)

 

2. Tra committenza, contesto, edilizia ed architettura

Il tema della committenza è fondamentale. Oggi a L’Aquila essa è costituita una moltitudine liquida di individui. Le richieste spaziano dall’archetto in mattoni, sporto di gronda ed imbotti in pietra nei sogni della maggior parte, alle case su misura di estrazione alpina per i più osé.  Se è vero che questa committenza è evidentemente spaesata da una cultura generalista che si occupa di architettura in modo compiacente ai preconcetti del fruitore, va anche detto che i tecnici sono poco “preparati” a gestire quelle che, a L’Aquila post-sisma,  assomigliano più a sedute dallo psicologo…

(incipit del saggio*micro-storie di laq_architettura)