Suspension

Un Terremoto Ci Salverà. Dispositivo cognitivo per la costruzione di una cultura del disastro

Colpiti dalla scarsa qualità della comunicazione inerente i rischi geologico-ambientali, principalmente legata agli aspetti drammatici più che a quelli informativi, nonché dallo stato di abbandono in cui versa molto del paesaggio urbano la direzione di Opere, la rivista della Fondazione Architetti di Firenze, pensò nel 2013 di dedicare tutto il numero 33 alla tematica. Si partì da uno scenario radicale, visionario, ma totalmente possibile,  di un terremoto che colpiva Firenze così da provocare, a seconda dell’intensità, danni irrisori o radere al suolo la culla del Rinascimento (…)
Seguì a quel numero un simposio nel quale si comprese sempre più come quello che è pienamente presente in Italia è un annullamento consapevole, nella popolazione, del rischio derivante dall’instabilità e della fragilità geologica italiana…

(incipit del saggio*micro-storie di Guido Incerti)